Al Presidente della F.I.S.
Ai Presidenti, Capi Scouts e Capi Guide
AGESCI, CNGEI, FSE, ASSORAIDER,
FEDERSCOUT, ASSISCOUT
Ai Centri Studi e Documentazione Scout
Alla Casa Editrice Scout Fiordaliso

LORO INDIRIZZI

OGGETTO: Catalogo e Mostra del Centenario dello Scoutismo

Carissimi,

in questi giorni ho ricevuto dal Centro Studi e Documentazione Scout "Mario Mazza " di Genova l'allegato documento che corregge gli errori da me segnalati.
Nel mentre esprimo il mio apprezzamento al Centro Studi Scout genovese per la sollecita correzione degli errori commessi, sento il dovere di ringraziare quanti si sono adoperati alla soluzione del problema o hanno espresso la loro solidarietà al mio lavoro. Da questa esperienza,spero e mi auguro che nel 2010 in occasione del < Centenario di Nascita dello Scautismo Italiano > nei coniunicati FIS sula stampa e TV, sui libri e riviste scout delle rispettive associazioni italiane sia riportalo la verità storica dei fatti accaduti e cioè la paternità di < Fondazione > dello scautisno italiano a sir Francis Vane of Hutton con la sua associazione R. E.I. (Ragazzi Esploratori Italiani) la cui sede centrale operativa risulta posta a Firenze nel dicembre 1910 ed evitando la citazione delle prime "Gioiose Liguri " del 1905 (dal momento che lo scautismo di B. -P. è del 1907 e la Juventus Juvat di Mazza non fu la sola esperienza educativa italiana ad avere alcune "intuizioni " simili al Metodo Scout come qualcuno sostiene) ma solo le "Gioiose " rinate nel 1911 con la RECI poi confluita nell'ASCI del conte Mario di Carpegna.
Sarà la migliore risposta alle tante inesattezze prodotte in passato dando volto e spazi a quanti per troppo tempo sono stati ignorati.
Vi ringrazio e porgo a tutti i miei più fraterni saluti scout.

Mauro Furia
Direttore del C.S.S.C.C.

05/03/2007